2018: L’anno del suono umano (dicono gli analisti)

Il titolo e parte dei contenuti sono di The Writer , società britannica di consulenza linguistica con sedi a Londra e New York che ha clienti come BBC, Sky, Amazon, Google, Facebook. Secondo lo studio di Foresight Factory nel 2018 i clienti sceglieranno marchi che comunicano in modo più umano ed empatico.

“Parlare come una persona reale e mettere al primo posto i bisogni dei tuoi lettori è positivo per gli affari. Per fortuna ci sono molte possibilità che i marchi mostrino di essere gestiti da persone reali. Annunci, chat, web, email. Twitter”.

Così scrivono a The Writer.

Hanno aiutato BT a risparmiare 500.000 sterline con la riscrittura di un paragrafo per lo script del call center.

Nelle organizzazioni chi scrive le solite cose dimostra di non ascoltare. E perde possibilità di costruire relazioni.

Iniziate subito. Non occorre aspettare il 2018. Pensate di parlare faccia a faccia con le persone. Cercate uno stile.

Chiudo con le parole di Richard Lloyd – Responsabile del marchio per le persone e la cultura di BT Global Services: “Una volta che le persone pensano a come la loro scrittura costruisce il marchio, iniziano a capire la loro responsabilità personale per creare il marchio che vogliamo essere. Se questo non è un cambiamento culturale non so cosa sia”