Latest stories

Leggere libri, un gesto rivoluzionario per connettersi al mondo

L

Se volete una connessione autentica con il mondo mettetevi a leggere libri. Un fatto ben noto ai guru miliardari del digitale: infatti nel 2010 Steve Jobs dichiarò: ” I miei figli non hanno ancora usato l’iPad. In casa, possono usare la tecnologia solo entro certi limiti”. Li proteggeva dalle sue stesse invenzioni. Bill Gates dispensa elenchi delle sue letture di libri cartacei...

Se l’email non riesce: come evitare le insidie

S

L’Independent riporta in un articolo le frasi più detestate nelle email. Secondo un’indagine della società di software Adobe, condotta su un campione di 1.000 lavoratori negli Stati Uniti, le frasi più odiate si trovano nelle email scritte per ricordare al destinatario che la risposta non è ancora arrivata. “Non sono sicuro se hai visto la mia ultima email” è stata citata come la frase più...

Il mantra dell’identità

I

L’identità dell’ impresa è nel significato delle sue azioni
Il significato delle azioni va oltre le proprietà delle azioni stesse
È la forma che definisce la sostanza
Più la forma è perfetta più viene considerata reale
L’identità espressa dal significato delle azioni si trasforma in partecipazione

I consigli di Murakami

I

Scrive Murakami nel suo Il mestiere dello scrittore: “ripensando alla mia esperienza personale, per trovare un mio stile e un modo originale di raccontare, prima di tutto ho dovuto sottrarre qualcosa a me stesso”. E ancora: “Le informazioni sono in numero esagerato, il carico eccessivo, troppe le opzioni su ogni dettaglio, e quando si prova a esprimersi spontaneamente, la sovrabbondanza di...

Il cervello che legge. Perché investire nella scrittura d’impresa.

I

Maryanne Wolf è una neuroscienziata statunitense e nel suo libro Proust e il calamaro. Storia e scienza del cervello che legge, ci spiega che il nostro cervello non è fatto per leggere. Nel cervello non c’è alcuna zona dedicata alla lettura, mentre troviamo zone dedicate alla visione e alla parola. Il cervello ha imparato a leggere, ma, come scrive l’autrice, “all’origine...

InnovArti e le parole che contano

I

È stata un’esperienza bella e informale incontrare così tante persone all’evento organizzato da InnovArti, progetto di Confartigianato Vicenza che offre alle imprese occasioni di riflessione e confronto sull’innovazione. Per innovare è necessaria la disponibilità a collaborare e nella collaborazione, nella relazione, ci sono le parole che contano. Questo il titolo che abbiamo...

Cosa significa “mettere le persone al centro”?

C

L’espressione mettere le persone al centro si legge ormai ovunque, ma in pratica cosa significa? Per me, prima di tutto, significa metterle in grado di comunicare bene. Il linguaggio infatti ne modifica il comportamento. Ne ho parlato qualche mese fa nel post Per il miglioramento delle organizzazioni Nelle organizzazioni comunicare bene vuol dire scrivere bene, perché la maggior parte delle...

Sai cosa penso? (in breve)

S

A volte qualcuno dice: sono solo parole Invito a farsi da parte E sminuire, celare   Sai cosa penso? Le parole taciute o evitate sono quelle che pesano di più Le parole negate sono persone negate E le persone negate sono società negate   In fondo sai che se escludi le parole dalla tua vita loro non rimarranno in silenzio Soffocate, non se ne staranno lì buone, inoperose  ...

Esercizio di improvvisazione

E

Ho finito da poco la lettura del libro di Stephen Nachmanovitch, Il gioco libero della vita – trovare la voce del cuore con l’improvvisazione – Editore Feltrinelli – e ho deciso di scrivere un post come esercizio di improvvisazione, senza aver pensato a una struttura, senza aver deciso nulla di ciò che scriverò. Può essere un rischio, e potete credere o meno che le cose...

Parole piccole, per migliorare il testo

P

A volte chi scrive trascura elementi essenziali. Fra questi: articoli preposizioni semplici avverbi di modo. ARTICOLI Ci imbattiamo più spesso nell’articolo indeterminativo: il determinativo soccombe. Sembra che essere generici (un evento, una riunione) o precisi (l’evento, la riunione) non faccia differenza. La scelta dell’articolo ha delle conseguenze: infatti l’articolo determinativo dà...

Archivi

Articoli recenti

Categorie

Questo sito usa i cookie. Se sei d'accordo chiudi e continua a leggere, oppure approfondisci

Questo sito non raccoglie o condivide le informazioni personali. Non seguiamo i tuoi movimenti né tracciamo il tuo profilo. L’uso dei cookie è necessario per l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. I cookie possono essere limitati o bloccati modificando le funzioni del proprio programma di navigazione. Cliccando su "CHIUDI" ne permetti l'utilizzo. Nel browser Google Chrome, il menu Strumenti contiene l’opzione Cancella dati di navigazione. Puoi utilizzare questa opzione per eliminare i cookie e altri dati di siti e plug-in, inclusi i dati memorizzati sul tuo dispositivo da Adobe Flash Player.

CHIUDI